Le leggi in prossimo varo da parte del Vaticano per arginare e punire i preti che si macchiano di reati come la pedofilia, porteranno la firma del Cardinale Levada che attualmente è il Prefetto della Congregazione per la Dottrina Cattolica e richiederanno l’approvazione di Benedetto XVI. La nuova normativa include la piena disponibilità del Vaticano verso le indagini svolte dalla Polizia, cosa che non avveniva nel precedente ordinamento.

Promessa da prete o reale volontà di collaborare? La Chiesa, dopo aver criticato i magistrati belgi per le perquisizioni è realmente credibile quando afferma la volontà di collaborare oppure ci troviamo di fronte alla solita ipocrisia, tanto per “imbambolare” i credenti?