Il Premier francese si difende asserendo che si tratta solo di calunnie, l’Eliseo conferma che si tratta di un falso. La notizia è arrivata come un siluro dall’affair Bettencourt e pare che l’Eliseo temesse da tempo un cosa del genere. Secondo alcune redazioni web francesi, la campagna di Sarkozy sarebbe stata in parte finanziata con una tangente in nero di 150mila euro e la testimonianza di questo fatto è stata data dalla ex contabile di Liliana Bettencourt, la quale dichiara che il ministro del lavoro Eric Woerth in qualità di tesoriere del partito, ricevette una somma pari a 150mila euro per finanziare la campagna elettorale di Sarkò.