La madre è accusata di esser stata complice delle violenze in cambio di piccole somme di denaro. Condannati la madre e il nonno della piccola. Il nonno della ragazzina è l’accusato principale della vicenda in quanto è reo di aver violentato la nipotina in varie occasioni dando in cambio alla madre delle misere somme di denaro. Il GUP di Taranto ha condannato l’anziano nonno di 82 anni a sei anni di carcere e la madre della ragazzina a 6 anni e 8 mesi di reclusione. I due sono stati sottoposti a rito abbreviato. Si conclude così il processo su questa squallida storia di violenze all’interno delle pareti domestiche in cui per l’ennesima volta era vittima una creatura indifesa di soli 14 anni.