“Non succede niente, è solo un polverone”. Queste sono state le parole proferite da Silvio Berlusconi nella cena di anniversario per i 30 anni di Capital, in riferimento a quanto sta emergendo in questi giorni in merito alla cosiddetta “P3” e tali dichiarazioni le ha enunciate come appendice a quelle riguardanti la legge sulle intercettazioni che secondo il Premier è assolutamente doverosa. Non contento, nel momento del dessert, ha voluto mettere la cosiddetta ‘ciliegina sulla torta’ asserendo che ormai la sovranità del paese è in mano ai PM, gli stessi che lui e i suoi della PDL lodano quando firmano le ordinanze di carcerazione nei confronti dei mafiosi e del crimine organizzato in genere, allorquando quindi, occorrono a ribadire la loro personale propaganda di partito.