La donna ha ammesso le sue responsabilità e ha patteggiato due anni di reclusione. Era stata accusata di maltrattamenti nei confronti di un bambino disabile di 9 anni, nei mesi scorsi ha ammesso le sue colpe e si è dichiarata pentita. L’educatrice fu incastrata da un video girato a sua insaputa dai genitori del piccolo perché avevano notato alcuni suoi comportamenti strani nei confronti del proprio figlio. Dal video scattò la denuncia che ha portato alla condanna e al patteggiamento della donna che ha confessato tutto.