Google è stato condannato in Australia per acquisizione illegale di dati privati, durante le riprese per la realizzazione di Street view, effettuate con un’automobile che però ha intercettato anche i dati che transitavano dalle reti Internet wireless non protette. Tuttavia, il Privacy Commissioner, Karen Curtis, ammette che non può imporre sanzioni, ma accetta le scuse della società statunitense.
Google è stato denunciato per la violazione della privacy in 30 paesi tra cui gli Stati Uniti, dove la società è di fronte ad una accusa popolare.

fonte aduc