Si impennano in America le forme di tossicodipendenze da farmaci legali, come potenti analgesici, oppioidi e derivati della morfina: l’abuso di questi medicinali e’ salito negli ultimi 10 anni del 400%.
A rivelarlo sono gli ultimi dati resi pubblici ieri dallo stesso governo Usa: nel 2008 le persone ricoverate d’urgenza per uso eccessivo di medicinali narcotici o analgesici hanno rappresentato quasi il 10% di tutte le ospedalizzazioni negli Usa, contro il 2.2% registrato nel 1998.
Nello stesso periodo invece il numero di americani ricoverati per uso di cocaina e’ sceso del 16% e di quelli ospedalizzati per alcolismo e’ diminuito del 5%.
‘La crescita fuori controllo degli abusi di farmaci legali e’ drammatico, diffuso e profondamente preoccupante’, ha detto il direttore dell’ufficio della Casa Bianca per il controllo sulle droghe, Gil Kerlikowske.
Lo studio del dipartimento sulla Salute mentale del Ministero della Sanita’ Usa rende inoltre noto che l’impennata ha toccato tutte le classi sociali, le fasce di eta’ e le aree dell’Unione.
Secondo gli esperti una delle ragioni del trend e’ la facilita’ nel procurarsi legalmente derivati oppioidi negli Stati Uniti: basti pensare che il numero di ricette mediche per questo tipo di medicinali e’ aumentato negli ultimi 10 anni tra il 700 ed il 1.000%.

fonte aduc