Un uomo condannato a morte per traffico di stupefacenti e’ stato impiccato nel nord-est dell’Iran. L’esecuzione, di cui da’ notizia l’agenzia Fars, porta ad almeno 89 il numero delle persone messe a morte dall’inizio dell’anno nella Repubblica islamica, secondo notizie di stampa.
L’impiccagione e’ avvenuta nella prigione della citta’ di Shirvan. Il procuratore locale, Reza Rashidi, ha detto che il condannato era stato trovato in possesso di quasi un chilogrammo di metamfetamine.
In Iran la pena capitale e’ prevista per diversi reati, tra i quali omicidio, traffico di stupefacenti, rapina a mano armata, violenza carnale, spionaggio e adulterio.

fonte aduc