La donna romena, risultante senza fissa dimora, è stata arrestata dagli agenti di polizia, con l’accusa di aver perseguitato il suo ex datore di lavoro. Il fatto è accaduto a Venezia. Avrebbe perseguitato per anni, l’ex datore di lavoro attraverso telefonate, messaggi ed appostamenti ed inoltre è accusata di aver aggredito la moglie della sua vittima e contestualmente perpetrato tormenti nei suoi confronti anche presso i vicini di casa suonando insistentemente i campanelli delle loro abitazioni in qualsiasi ora del giorno e della notte. Da controlli effettuati dagli agenti negli archivi della Questura, sono risultati a carico della donna