Nonostante le polemiche che si erano sollevate nei giorni scorsi a causa di una fuoriuscita di greggio dalla nuova campana posta dai tecnici di BP per serrare la falla nel pozzo di petrolio nel Golfo del Nuovo Messico, dopo una prima analisi, il governo americano ha scelto di dare il consenso per il test sulla pressione della nuova struttura che sta contenendo il petrolio. Lo ha dichiarato l’amministratore Allen secondo il quale il petrolio che sta fuoriuscendo ad una distanza di 3 km dal pozzo, non sarebbe affatto collegato al pozzo stesso e né tanto meno all’operazione di chiusura della falla, operata da BP. Secondo Allen che è responsabile per conto del governo statunitense di supervisionare le operazioni di chiusura del pozzo, tutti i test fino ad ora hanno dato esito positivo.