Inchiesta condotta dai Carabinieri di Monreale, nell’ambito della quale sono stati operate 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere disposte dal GIP di Palermo nei confronti di altrettante persone accusate di intestazione fittizia di beni. L’indagine partita due anni fa ha portato in risalto la capacità di condizionamento da parte di Cosa Nostra, nell’ambito delle attività economiche principalmente nel campo dell’edilizia. Secondo gli inquirenti, i boss mafiosi controllavano diverse ditte del settore edile, attualmente sono state sequestrate 5 aziende edili e il loro relativo patrimonio che ammonterebbe a circa 5 milioni di euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here