Censura negli Stati Uniti: Chiusi 73000 blog

Alle chiusure dei blog qualcuno ormai ci si sarà anche abituato, ma ciò che è avvenuto negli USA in queste ore ha davvero la connotazione di una questione eccezionale, infatti sono stati chiusi dalle autorità, la bellezza di 73000 blog di altrettanti utenti di internet. Tutti i blog erano ospitati sul sito di Blogetery che è una piattaforma gratuita messa a disposizione degli utenti. Sembra che Burst.net avrebbe contattato gli amministratori del sito che ospitava i blog, avvisandoli della imminente chiusura dei servizi senza dare alcuna spiegazione per il provvedimento adoperato. L’ipotesi più accreditata sulle motivazioni di chiusura è probabilmente da ricercarsi nella possibile violazione del copyright a seguito di una probabile diffusione di materiale coperto da diritti d’autore riconducibili a contenuti creati dagli stessi utenti. La stessa sorte è toccata qualche giorno fa al sito Ipbfree che pure metteva a disposizione la possibilità di creare blog personali ed anche in questo caso pare che la violazione sia stata generata dai contenuti messi online dagli utenti del servizio. Ad ogni modo la BurstNET ha fornito una spiegazione ufficiale per la chiusura dei blog che sarebbe riconducibile a cause derivanti da alcuni link verso del materiale che inneggia ad Al Qaeda e al terrorismo.