Ora non e’ piu’ soltanto un atto simbolico: Debora Galbiati Ventrella e Antonella D’Annibale, le due donne che nel febbraio scorso ‘celebrarono’ il loro matrimonio alla presenza del sindaco di Torino Sergio Chiamparino, hanno il loro certificato anagrafico di riconoscimento familiare basato sul vincolo affettivo.
Lo hanno ritirato stamani all’anagrafe del Comune, dopo che nei giorni scorsi il consiglio comunale del capoluogo piemontese aveva approvato la proposta d’iniziativa popolare che lo istituisce.
‘Da anni siamo sullo stesso stato di famiglia ed il certificato che abbiamo ritirato oggi ha lo stesso numero di quell’atto’, fa notare Debora Galbiati Ventrella sottolineando cosi’ una ‘continuita’ tra il nostro matrimonio simbolico ed il certificato ritirato oggi che non e’ certo un punto di arrivo: riconosciamo l’importanza di questa delibera, ma la nostra battaglia prosegue perche’ ci sia un riconoscimento sul piano nazionale delle unioni come la nostra’.
Il matrimonio simbolico di sei mesi fa della coppia omosessuale, in un locale del Valentino, fa suscito polemiche per la presenza del sindaco, a cominciare dalla curia di Torino secondo la quale si trattava di un gesto destinato a creare ‘confusione’.

fonte aduc