Alla notizia che probabilmente la FIAT sposterà parte della sua produzione in Serbia, Maurzio Sacconi ha così commentato: “Credo che si debba quanto prima riaprire un tavolo tra le parti per discutere l’insieme del progetto Fabbrica Italia, cioè quel progetto che vuole realizzare investimenti nel nostro Paese se accompagnati da una piena utilizzazione (rpt, utilizzazione) degli impianti secondo il modello già concordato a Pomigliano. Certo occorrono relazioni industriali cooperative perché invece le attività che in qualche modo fermano la produzione, minoranze che bloccano la produzione, non incoraggiano questi investimenti”. Bersani inoltre, riferendosi a Berlusconi, ha rincarato la dose dicendo: “Berlusconi, pur essendo Ministro dell’Industria ad interim, non si occupa della vicenda Fiat perché è impegnato nel frutteto, con le mele marce. Chi apre il tavolo FIAT? Vogliamo per l’occasione fare uno straccio di ministro dello Sviluppo o lo vogliamo di legno”?