Dalle indagini sulle cause e le responsabilità della mare nera nel Golfo del Messico, è emerso che l’allarme sulla piattaforma era stato disattivato. Il fatto è venuto fuori in una audizione tenutasi a New Orleans. L’allarme era stato disattivato per evitare che suonasse in piena notte, svegliando tecnici ed operai, già diversi mesi prima che si verificasse l’incidente. Lo ha dichiarato il capo tecnici della piattaforma. La società proprietaria della piattaforma – Transocean – per difendersi, sostiene che la disattivazione dell’allarme è avvenuta secondo le procedure conformi e consolidate delle pratiche marine.