La fonte dell’informazione proviene dagli studi del glaciologo Christian Casarotto del museo tridentino di Scienze Naturali. Secondo Casarotto, dunque, al ghiacciaio Careser situato nel massiccio dell’Ortles-Cevedale, resterebbero solo 30 anni di vita e sempre stando alle ricerche dello studioso, il Careser non sarebbe l’unico ghiacciaio a destare preoccupazione. Casarotto rivela l’informazione che è derivata da studi effettuati nei giorni scorsi che fanno parte del progetto internazionale Alpine Space-PermaNet, finanziato dalla Comunità Europea che ha l’obiettivo di raccogliere dati inerenti la possibile presenza di ‘Permafrost’ e cercar di mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Dallo studio è emerso che nemmeno le eccezionali nevicate del 2008 e del 2009 sono bastate a rinforzare i ghiacciai del Trentino.