Francesco Tadini, noto gallerista d’arte di Milano, figlio del compianto pittore Emilio Tadini, è stato condannato a 3 anni di reclusione per detenzione di materiale pedoponografico e per un tentativo di compiere atti sessuali con una ragazzina 15enne, dietro compenso di denaro. La polizia aveva trovato nel computer del gallerista, delle foto di bambini bendati, legati ed incappucciati, sottoposti a sevizie e torture ed inoltre, gli inquirenti hanno rinvenuto anche dei video che riprendevano migliaia di bambini letteralmente costretti ad atti sessuali. Infine Tadini, in dicembre scorso, avrebbe tentato di avere rapporti sessuali con una ragazzina di 15 anni, dietro compenso di denaro.