Daniela CammaranoFin da giovanissima Daniela Cammarano ha partecipato e vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra i quali Lamezia, Napoli e Monopoli. La sua carriera è costellata di premi vinti: il primo premio “Galbiati” ex aequo in duo a Milano e il secondo premio nella Rassegna di Vittorio Veneto nel 2002; il Premio Forziati (borsa di studio) al Conservatorio di Milano e la settima rassegna di “Castrocaro Classica migliori diplomati d’Italia 2002” nel 2003; il secondo premio (con primo non assegnato) al concorso G. da Venosa (Potenza) in duo con Federico Gardella nel 2004.

Ha tenuto concerti da solista con la Filarmonica di Stato di Sibiu, con l’Orchestra di Botosani, con la Filarmonica del Conservatorio di Milano, ricoprendo anche il ruolo di spalla e collaborando con artisti quali Brignoli, Gelmetti, Rath, Kuhn, Accardo. Si è esibita in sale e teatri importanti quali La Pergola di Firenze, Sala Verdi di Milano, Alti Hall di Kyoto, Basilica di S.Giovanni in Laterano, Teatro Manzoni di Bologna, Parco Della Musica di Roma, in Italia e all’estero.

Dal 2007 collabora con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, il Teatro S.Carlo di Napoli, con il Teatro La Fenice di Venezia, con Gli Archi della Scala, con l’Orchestra Milano Classica, con l’Orchestra Statale di Milano, con il Teatro Lirico di Cagliari.

Daniela Cammarano collabora, nell’ambito della musica contemporanea, con nomi illustri quali Chiarappa, Maldonado Torres, Angius, Gardella del quale ha eseguito, in prima assoluta, un concerto per violino e orchestra, da lui dedicatole nella Sala G. Verdi di Milano sotto la direzione di G. Rath. Dal marzo del 2005 è secondo violino del Quartetto di Fiesole. Con la stessa formazione tiene Master Classes per Accademie e Conservatori.  In occasione del ventennale il quartetto, invitato al Ponchielli di Cremona insieme al pianista Andrea Lucchesini, ha avuto il privilegio di esibirsi con gli strumenti della collezione del Museo Stradivariano, per la prima volta insieme (i violini “Cremonese” e “Vesuvio”, la viola “Stauffer” e il violoncello “Stauffer”).

Dal 2010 suona in duo con il pianista Alessandro Deljavan.