Un giudice federale Usa ha dichiarato incostituzionale la legge che proibisce agli omosessuali di prestare servizio nell’esercito se dichiarano apertamente la loro condizione sessuale. Un giudice, Virginia Phillips, ha accettato la richiesta giudiziaria per bloccare la politica del “Don’t ask, don’t tell” (Non chiedere, non dire), che consente agli omosessuali di prestare servizio militare se non divulgano il proprio orientamento sessuale. Phillips ha detto che la legge non ha nulla a che vedere con la preparazione militare e al contrario a “un effetto negativo e pregiudiziale” per le Forze Armate e che viola il diritto di libera espressione. La giudice ha risposto alla domanda presentata dal gruppo Log Cabin Republicans, un gruppo conservatore che raggruppa circa 19mila membri, militari ed ex. La decisione e’ la maggiore azione legale contro la legge che da anni suscita polemiche e che il governo di Barack Obama si e’ attivato per cambiare. Lo scorso febbraio il Pentagono aveva annunciato di voler cambiare la legge, che era stata promulgata nel 1993 durante la presidenza di Bill Clinton.

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here