Il petrolio che sembrava in un primo momento sparito dai mari del Golfo del Messico, in realtà sembra che si sia depositato sui fondali. Dei ricercatori dell’università della Georgia hanno trovato uno strato spesso 5 centimetri sul fondo del Golfo e i ricercatori sostengono appunto che gran parte è formato dal petrolio fuoriuscito dalla piattaforma Macondo. Sotto lo spessore di petrolio sono stati ritrovate anche diverse specie marine morte, sepolte dalla melma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here