Si e’ fatto 26 giorni agli arresti domiciliari per droga. Una telefonata anonima aveva avvertito i carabinieri, che hanno trovato una busta di polvere bianca nascosta dietro il cerchione della sua auto, e che e’ risultata al narcotest essere cocaina. E invece si trattava di zucchero a velo. Scagionato un barbiere brindisino di 29 anni. Si indaga sull’autore della falsa segnalazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here