“Mio padre deve pagare per quello che ha fatto”. Questo è stato lo sfogo di Sabrina Misseri, figlia di Michele, reo confesso dell’omicidio della ragazza scomparsa da Avetrana il 26 agosto scorso e ritrovata morta in un pozzo nelle campagne adiacenti al paesino pugliese. Nel frattempo si è proceduto alle operazioni d’identificazione del cadavere da parte della madre della ragazza uccisa dallo zio. Misseri che è stato tradotto nel carcere di Taranto, attualmente si trova in isolamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here