“La Libia non accetterà di fare la guardia costiera privata dell’Europa nel Mediterraneo a titolo gratuito”. Lo ha detto un esponente del governo di Tripoli in un’intervista al quotidiano londinese ‘Al-Sharq al-Awsat’, confermando quanto già dichiarato più volte da altri dirigenti libici, “primo fra tutti il leader” Muammar Gheddafi. “Ci sono pesi economici che la Libia non è in grado di sopportare da sola e gli europei devono collaborare”, ha sottolineato la fonte, che ha preferito restare anonima.
Il commento giunge nel momento in cui una delegazione Ue si trova a Tripoli per colloqui sulla prevenzione dell’immigrazione illegale verso i Paesi europei. La Libia, che si trova su una delle principali rotte del traffico di clandestini che tentano di raggiungere la sponda nord del Mediterraneo, chiede “assistenza finanziaria e logistica all’Ue per far fronte a questo problema”, ha aggiunto la fonte.
In occasione della sua ultima visita in Italia, a fine agosto, il colonnello Gheddafi aveva chiesto all’Ue cinque miliardi di euro per contrastare una “pericolosa” immigrazione che rischia di far diventare “nera” l’Europa

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here