Il sindaco ad interim della cittadina di Tancitaro, nello stato messicano di Michoacan, ed il suo assistente sono stati assassinati a colpi di machete e di pietre.
Lo ha reso noto il procuratore generale locale, Jesus Montejano precisando che i loro corpi, con le mani legate, gli occhi bendati e le teste maciullate sono stati rintracciati ai bordi di una strada che collega le citta’ di Angahuan e Uruapan, a circa 450 chilometri ad ovest di Citta’ del Messico.
Il sindaco, Gustavo Sanchez, un insegnante di educazione fisica di 27 anni che non apparteneva a nessun partito, aveva assunto l’incarico lo scorso dicembre dopo che tutte le autorita’ del municipio di Tancitaro, si erano dimesse per le minacce del cartello della droga locale, la Familia Michoacana.
Il procuratore Montejano, secondo quanto riferisce El Universal, si e’ pero’ detto ‘estremamente preoccupato’ poiche’ l’efferato duplice omicidio ‘mostra aspetti molto diversi, da quelli commessi dalla criminalita’ organizzata’.
Il quotidiano evidenzia che dall’inizio dell’anno sono ormai undici i sindaci di varie citta’ del Paese uccisi e sottolinea che sono stati per lo piu’ attribuiti a bande criminali.

fonte aduc