Accusato di aver maltrattato la moglie davanti ai loro figli piccoli. L’uomo è stato condannato a non potersi avvicinare all’abitazione dell’ex moglie e né tanto meno ad avere con lei dei contatti telefonici. È quanto è stato disposto dalla Procura di Prato anche a seguito di fatti pregressi in cui l’uomo ha perseguitato la donna per anni, maltrattandola e arrivando perfino a minacciarla di morte, tutto questo davanti ai loro figli minorenni.