Una delle ipotesi che sta venendo fuori in questi giorni in cui proseguono le indagini sull’omicidio della 15enne Sarah Scazzi, è che a compiere il delitto probabilmente non è stato lo zio, reo confesso, Michele Misseri, ma qualcun altro al suo posto. Michele Misseri infatti, secondo quanto riferito da amici testimoni che lo conoscono da molti anni, a quell’ora di pomeriggio, le 14,30 circa, era solito fare un riposino pomeridiano a causa del fatto che ogni mattina si svegliava prima dell’alba per andare a lavorare nei campi. È la nuova pista sulla quale stanno indagando gli uomini delle forze dell’ordine. Intanto sono stati fissati per il 25 ottobre dai RIS, gli esami sul telefono cellulare della ragazza uccisa alcuni ipotizzano anche che Sarah potrebbe essere stata assassinata in casa Misseri piuttosto che nel garage. Saranno comunque eseguiti degli esami da parte dei RIS anche sull’automobile di Michele Misseri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here