Le operazioni d’arresto sono tutt’ora in corso nei confronti di funzionari rei di presunte gravi irregolarità nelle gare d’appalto per le opere effettuate nel carcere di Massa. L’operazione è condotta dalla Polizia Penitenziaria e i capi d’accusa sono indirizzati a presunti illeciti per favorire l’assegnazione di appalti ad alcune ditte. Le accuse vanno dalla truffa ai danni dello stato, al falso, alla concussione a alla turbativa d’asta. Fra gli arrestati ci sono tutti funzionari pubblici.