Munch - LRMuseo Van Gogh di Amsterdam dal 25 Settembre 2015 – 17 Gennaio 2016

In occasione delle celebrazioni nel 2015 per i 125 anni dalla scomparsa di Vincent van Gogh, il Van Gogh Museum di Amsterdam presenta la mostra Munch : Van Gogh, una mostra ambiziosa che per la prima volta mette a confronto Vincentt Van Gogh ed Eduard Munch. Sarà anche la prima mostra ad essere esposta nella nuova, spettacolare ala espositiva del rinnovato museo. Con più di cento importanti opere, tra cui alcuni prestiti iconici raramente concessi, Munch : Van Gogh offre l’opportunità di vivere le opere di due importanti maestri in un solo luogo.
Ispirati da questa mostra, dieci istituzioni culturali di Amsterdam (tra cui EYE, la compagnia teatrale Toneelgroep Amsterdam, Stedelijk Museum, la Royal Concertgebouw Orchestra e lo spazio culturale De Balie) presenteranno un vasto programma Much: Van Gogh che coinvolgerà tutta la città.

L’affinità artistica tra Edvard Munch (1863-1944) e Vincent van Gogh (1853-1890) è il tema principale della mostra Munch : Van Gogh, dal 25 settembre 2015 al 17 gennaio 2016 in esposizione al Van Gogh Museum. Le opere dei due pittori e le loro ambizioni artistiche presentano un marcato parallelismo. Entrambi sono conosciuti per la carica emotiva nel disegno e nei dipinti, per uno stile personale sempre in rinnovamento e per una vita costellata di sofferenze. Entrambi tesi alla modernizzazione dell’arte, svilupparono un vero e proprio linguaggio dell’immagine per dare espressione alle emozioni universali della condizione umana.

Van Gogh - HRMunch : Van Gogh mette in evidenza per la prima volta l’influsso che Van Gogh ebbe sullo sviluppo artistico di Munch, e le somiglianze nelle opere dei due artisti. La mostra scava profondamente verso l’essenza della loro arte, le loro ambizioni artistiche, lo sviluppo di stili e tecniche, e gli influssi ai quali entrambi furono soggetti. Risulta così evidente il motivo per cui spesso i due sono nominati insieme.
Van Gogh e Munch formano un binomio spesso messo a confronto sin dalla fine del XIX secolo, dapprima tra le cerchie di critici, artisti e collezionisti, successivamente anche dal grande pubblico, tanto che una delle domande più poste dai visitatori del Van Gogh Museum è: “Dov’è L’Urlo?”. Nonostante i molti confronti nella letteratura e nella cultura pittorica popolare, non si è mai avuta una così profonda analisi delle affinità artistiche tra Munch e Van Gogh come quella presentata in questa mostra e nei cataloghi ad essa dedicati.
Più di cento opere per la prima volta in un’unica mostra
Munch : Van Gogh è la prima mostra nella storia che porta all’attenzione del grande pubblico le similitudini tra i due grandi artisti. Con più di cento importanti opere, tra cui alcuni prestiti iconici raramente concessi (L’Urlo, Il Bambino Malato, Madonna, Patience Escalier, Il Ponte di Trinquetaille), Munch : Van Gogh offre l’opportunità di vivere le opere di due importanti maestri in un solo luogo.

La prima mostra nel rinnovato Van Gogh Museum
Qualche settimana prima dell’inaugurazione della mostra Munch : Van Gogh, nella seconda settimana di settembre, il nuovo, spettacolare ingresso in vetro del Van Gogh Museum aprirà al pubblico. La famosa ala espositiva, progettata dall’architetto giapponese Kisho Kurokawa e rimasta chiusa per più di tre anni, farà parte di questo edificio. Munch : Van Gogh è la prima mostra ad essere ospitata all’interno di quest’area del museo completamente rinnovata.

Un ricco programma culturale
Traendo ispirazione dalla mostra Munch : Van Gogh, dieci istituzioni culturali della capitale olandese (EYE, Toneelgroep Amsterdam, Stedelijk Museum, Royal Concertgebouw Orchestra, Het Dolhuys, De Balie, De Appel, SLAA, NedPhO e Van Gogh Museum) presentano un programma culturale basato sull’eredità artistica dei due grandi pittori. Attraverso film, performance, dibattiti e musica, sarà messa in evidenza l’influenza che ancor oggi Munch e Van Gogh hanno in ambito artistico e culturale. La Concertgebouw Orchestra e lo Stedelijk Museum presenteranno concerti che avranno Angst (la paura) come loro tema centrale. L’EYE proietterà cortometraggi in risposta a L’Urlo realizzati da giovani registi. Epicentro innovativo di questo programma culturale, saranno i famosi venerdì sera del Van Gogh Museum.

Il Museo Van Gogh conserva e gestisce la più grande collezione al mondo di opere e lettere di Vincent van Gogh, rendendo la sua vita, le sue opere, l’arte del suo tempo e dei suoi contemporanei accessibili a sempre più persone.