È quanto si apprende dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, titolare dell’inchiesta sulle 3 morti degli operai avvenute sabato scorso, mentre stavano lavorando alla bonifica di un silos presso la ditta DSM. La procura molto probabilmente farà scattare nei prossimi giorni almeno 10 iscrizioni nel registro degli indagati, indirizzate a rappresentanti e responsabili delle aziende in cui lavoravano gli operai che sono rimasti vittime delle esalazioni contenute nel silos. Le aziende in questione sono la DSM, la Errichello di Afragola la ditta Rivoira, quest’ultima in particolare è l’impresa che si occupa della gestione di gas liberi e pare che sia coinvolta anche una quarta ditta che avrebbe dovuto provvedere a bonificare precedentemente il silos dove sono morti i 3 lavoratori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here