Probabilmente la cosiddetta ‘faida dei Boschi’ sarebbe alimentata dagli interessi delle cosche riguardo agli appalti pubblici. Proprio per eseguire un’accurata analisi della situazione si è svolta oggi a Reggio Calabria, presso la Prefettura, una riunione del Coordinamento Interprovinciale delle Forze dell’Ordine. La faida in questione ha provocato molti omicidi nelle zone fra Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria in quanto pare che le organizzazioni criminali abbiano esteso i loro interessi sia negli insediamenti turistici e sia nella produzione delle energie alternative.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here