Nella sua deposizione al processo Mori, l’ex Direttore degli Affari Penali del Ministero della Giustizia, avrebbe ricostruito i presunti contatti fra i ROS e Ciancimino e ha dichiarato: “Non ricordo la data precisa, ma credo che l’incontro con il capitano del Ros De Donno avvenne una settimana prima del 28 giugno del 1992”. La testimone avrebbe dunque confermato di aver saputo da De Donno che all’epoca era il braccio destro di Mori, del progetto che i ROS avevano in mente di avvicinare Vito Ciancimino, collocando l’incontro fra la strage di Capaci e quella di Via D’Amelio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here