Sono stati impiccati stamani cinque trafficanti di droga nel carcere centrale della città di Orumieh, situata nel nord-ovest dell’Iran. Lo riferisce il sito d’informazione ‘Iranpressnews’, spiegando che Esfandiar Mandahki, Teimur Aiubian e Aref Rashid-pour insieme ad altri due uomini, di cui al momento non si conosce l’identità, sono stati impiccati a seguito delle sentenze di morte emesse nei loro confronti dal tribunale di Orumieh.
Secondo i siti attivi nell’ambito dei diritti umani, negli ultimi nove mesi in Iran sarebbero state impiccate oltre 300 persone. Nel paese, a partire dalla Rivoluzione Islamica del 1979 e la successiva istituzione della Repubblica Islamica, vige il diritto penale islamico sciita che prevede la pena capitale per una serie di reati, tra cui anche il traffico di droga.

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here