Un italiano residente in Colombia è stato condannato per aver pagato donne madri di minori per avere rapporti sessuali con loro. E’ il primo straniero ad essere condannato per turismo sessuale nel paese sudamericano, si tratta di una vera e propria sentenza storica. Raffaele k. Salinari, presidente dell’associazione ‘Terre des Hommes’, associazione ONG che si occupa da molti anni dello sfruttamento dei bambini, ha dichiarato: “ Finalmente si spezza il cerchio di omertà e complicità che da anni si chiudeva attorno alle tante vittime della prostituzione infantile e copriva gli sfruttatori ed i clienti”. Il condannato si chiama Paolo Pravisani il quale con la scusa di assumere dei ragazzi minorenni a lavorare con lui, ne abusava con sistematicità, spesso col bene placido di alcune madri. Le indagini scattarono quando un 15enne ufficialmente impiegato con Pravisani come domestico, era stato trovato morto nudo per overdose in febbraio del 2009. L’associazione Terre des Hommes ha denunciato in totale 48 casi di pedofilia in Colombia, oltre a quelli perpetrati da Pravisani.