Tre bambine costrette a rapporti sessuali con il loro zio e con altri 10 uomini, la loro madre era a conoscenza di tutto pur d’intascare parte dei ‘regalini’ che venivano fatti alle minorenni. I fatti sono accaduti ad Amandola in provincia di Ascoli Piceno, la donna sarà processata con rito abbreviato e con l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione minorile. La donna con lo zio delle piccole e gli altri dieci conoscenti coinvolti nell’inchiesta che avrebbero abusato delle sorelline, pare che siano al centro di un vasto giro di pedofilia per cui partirono le indagini già dal 2007 e che ha portato alla condanna di 11 persone fino ad oggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here