Un meridionale su tre è a rischio povertà e una famiglia su 5 non ha soldi per andare dal medico e ancora, una su cinque non può permettersi di pagare il riscaldamento. Secondo i dati della Svimez, nel 2008 al 30% delle famiglie del sud sono mancati addirittura i soldi per i vestiti e 8 famiglie su 100 hanno rinunciato ad alimenti necessari. Il conto dei poveri, sempre secondo la Svimez è di un totale di 6 milioni e 838 mila poveri fra cui ci sono 889mila lavoratori indipendenti e 760mila pensionati e fra il 2008 e il 2009, l’industria ha perso qualcosa come 100mila occupati. Il paese è a grave rischio economico e di povertà, urgono provvedimenti imminenti per arginare quello che si sta presentando come un gravissimo problema sociale.