Mari e oceani hanno sempre pesci da pescare, con la conseguente riduzione del lavoro dei pescatori e, ci contraltare, offrono innumerevoli rifiuti plastici, con effetti indesiderati che non hanno prezzo. Un doppio problema sempre piu’ rilevante a cui la commissaria alla Pesca dell’Ue, la greca Maria Damanaki, crede di aver trovato una soluzione: la raccolta della plastica. “Questo avrebbe molti benefici, dice la commissaria, con risultati in termini di decontaminaziopne e i pescatori potrebbero lavorare nei periodi in cui non possono pescare”. Pescatori e industriali, con autorita’ locali ed europarlamentari, hanno previsto di lanciare alla fine del mese un progetto pilota sulla pesca nella Costa Azzurra: il 20 maggio a Saint-Jean Cap-Ferrat, dove le aziende sul riciclaggio della plastica hanno previsto la loro assemblea annuale, ci sara’ il lancio ufficiale che poi sara’ sperimentato in altre tre localita’ della costa atlantica. Ci saranno imbarcazioni adatte allo scopo per trasportare la plastica fino ai luoghi di riciclaggio.

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here