E’ una sostanza ‘da sballo’ sempre piu’ utilizzata in Europa, considerata un’alternativa ‘legale’ alla cocaina, visto che puo’ essere venduta come concime per la piante. E’ il mephedrone, che da ieri la Francia ha classificato tra gli stupefacenti, come ha raccomandato l’Oms e come hanno gia’ fatto altri Paesi dell’Ue per arginare la sua diffusione tra i giovani.
Il mephedrone – si legge in una nota del ministero della Sanita’ d’oltralpe che da’ conto della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale ddella nuova classificazione – e’ una droga di sintesi, derivata dal catinone, principale sostanza attiva delle foglie di una pianta Catha edulis (khat), pianta africana utilizzata per le sue attivita’ stimolanti. In Europa le prime segnalazioni per l’uso di mephedrone, sotto accusa in passato per alcuni decessi poi rivelatisi causati da altri fattori, sono state in Finlandia nel 2008 e la sua diffusione e’ stata favorita dalla possibilita’ di acquistare la sostanza anche su Internet, come concime e ma anche come sali da bagno, o prodotto per l’uso scientifico.