Venerdì scorso si sono verificate due esplosioni che hanno squarciato degli oleodotti a largo delle coste cinesi e nonostante tutto le autorità hanno deciso la riapertura del porto di Dalian. Sono in corso le prime operazioni per cercare di arginare l’onda nera che sta inquinando il mare prima che raggiunga le acque internazionali. Le cause delle due esplosioni negli oleodotti non sono state ancora individuate.