giovedì, Dicembre 5, 2019

Bastardi senza Gloria

Vedere un film intitolato Bastardi senza gloria non vuol dire andare a vedere un film di serie B. Vuol dire vedere un omaggio passionale alla...

Predestination, la recensione

Per essere un'opera che richiama sin dal titolo, ossia Predestination, il concetto di predestinazione, nudandolo però di ogni coniugazione da religiosa dottrina, il lungometraggio dei gemelli...

Cogan – killing them softly

Guardare film a casa Jean Jacques alle volte può essere molto difficile. A casa di madre, soprattutto. Perché da padre il lettore dvd si...

Cooties (2014)

Clint è uno scrittore che sta lavorando al suo primo romanzo horror e per sbarcare il lunario accetta una supplenza nella scuola da lui...

Equus (1977)

Questa è la storia di un ragazzo Alan Strag cresciuto succube di una madre fanatica religiosa. Allora si inventa un Dio personale, che vede nella...

Né Giulietta, né Romeo, divertente commedia contro l’omofobia

Che palle la solita critica... Nè Giuleitta, né Romeo non è molto piaciuto alla critica, che deve sempre vedere un messaggio di fondo o...

Spectre

Per quanto abbia sempre stimato il personaggio di James Bond, non ho mai completato la visione di tutti i film che l'hanno visto protagonista:...

Under The Skin, la recensione

Alla 70ima Mostra internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia si è beccato una bordata di fischi. All'uscita nelle sale, lo scorso anno al volgere di...

The Lazarus Effect, la recensione

La trama (con parole mie): Frank e Zoe sono una coppia di scienziati e ricercatori universitari che hanno dedicato gli ultimi anni delle loro...

Blackhat, la recensione

Esplode per surriscaldamento una centrale nucleare vicino ad Hong Kong . Gli americani e i cinesi, costretti a collaborare pur non volendolo, scoprono che dietro...

Cenerentola, la recensione

Riproporre in live action nel 2015 l'iconica fiaba di Cenerentola: chi meglio del barocco shakespeariano Kenneth Branagh per gestire questa operazione commerciale targata Disney?...

I misteri del giardino di Compton House (1982)

Peter Greenaway è un cineasta molto atipico, le cui opere fanno sicuramente parte di quello che viene definito il 'cinema alto', o cinema d'autore,...

Eyes Wide Shut (1999), la recensione

Excusatio non petita. Vedo per la prima volta Eyes Wide Shut ieri notte, più di 15 anni dopo la sua uscita. Non c'è una singola...

La Famiglia Bélier, la recensione in anteprima

Ennesimo invito ricevuto per assistere (aggratis) all'anteprima dell'ennesima commedia francese tanto per cambiare campione di incassi in patria. Non nutro pregiudizi nei confronti del...
 

Questo sito si serve dei cookie per l'erogazione dei servizi e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono trattate da MondoRaro.org. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi